BandBand 2016Band 2018

Canterini della Riviera Jonica

Canterini della riviera Jonica
Canterini della Riviera Jonica
Canterini della Riviera Jonica

Il gruppo Folklorico “Canterini della Riviera Jonica Melino Romolo”, fondato da Melino Romolo in collaborazione con Sebastiano Totaro è sorto nel Marzo del 1965 a Roccalumera, una cittadina della provincia di Messina che si affaccia sul mare Jonio. Il gruppo ha avuto e continua ad avere come scopo principale della sua attività, quello di divulgare in Italia ed all’estero la cultura siciliana, attraverso una attenta ricerca delle musiche, dei canti e delle danze popolari, di cui si accompagna una riproposta del repertorio il più possibile vera ed autentica nella misura in cui ciò è consentito dalle esigenze della scena. Il complesso fa parte della F.I.T.P. (Federazione Italiana Tradizioni Popolari), un organismo che riunisce i gruppi aventi interesse alla conservazione della cultura popolare e che è affiancato da una consulta scientifica diretta da eminenti studiosi delle tradizioni popolari. Il repertorio dei “Canterini della Riviera Jonica” comprende: canti d’amore, canti di lavoro della terra e del mare, canti carnascialeschi, canti di carrettiere, numeri con strumenti tipici siciliani e danze. Fra le danze possiamo annoverare la tipica tarantella siciliana con diverse espressioni come ad esempio “lu chiovu”, “la fasola”, “u ballittu”, “la controdanza” e “la quadriglia”. Oltre alle danze il gruppo esegue dei movimenti coreografici con i bastoni, dove si mette in risalto l’abilità nell’uso del bastone, altri movimenti prevedono da parte delle donne l’uso delle lenzuola. Traspare dalle esibizioni del gruppo, l’intento di porgere agli spettatori in forma semplice ed autentica, l’anima del popolo siciliano nei suoi molteplici aspetti e nei momenti più significativi del ciclo della vita. I costumi che i canterini indossano sono del primo ‘800 e venivano indossati dai pastori dei monti Peloritani nei giorni di festa. Naturalmente per i canti di lavoro, della terra e del mare il gruppo adopera un costume che è anch’esso dell’ ottocento. Gli strumenti musicali che accompagnano i canti e le danze sono: fisarmonica, chitarra, mandolino, friscalettu (flauto di canna), tamburello, marranzano (scacciapensieri, uno strumento idiofono a pizzico), a ciaramedda (la cornamusa) e la quartara (una brocca che funge da contrabasso). Il complesso, che al completo è di circa 60 elementi, è stato invitato a numerose tournée in Italia ed all’estero.