Band 2017News

I Bruslii: “A Rugby Jam trovi tutto l’entusiamo di chi organizza”. Intervista a una band delle band 2017

bruslii rugby jam 2017

La nostra carrellata sulle band che hanno partecipato a Rugby Jam 2017 non poteva non concludersi con una band nostrana, di Santa Teresa di Riva, ovvero i Bruslii, nata nel 2006 e composta da Ottavio Leo, Andrea Nunzio e Alberto Maccarrone.

A loro abbiamo chiesto che ricordo hanno di Rugby Jam e cosa si “sono portati a casa”.

Ecco cosa ci ha risposto Ottavio, chitarra e voce della band.

L’anno scorso siete stati a Rugby Jam, cosa vi ha spinto a partecipare a questo evento? Lo conoscevate già?

“Sì conoscevano l’evento, personalmente mi ha spinto il ricordo di Giuseppe, eravamo più conoscenti che amici ma ci rispettavamo umanamente e artisticamente. Gli altri li ho spinti io”.

Com’è stato Rugby Jam per voi? Cosa vi siete portati a casa?

“Per certi versi ci ha ricordato il festival Roccarock, di circa dieci anni fa. Sono belle iniziative, trovi dentro tutto l’entusiasmo di chi organizza. Ci ha lasciato sicuramente un buon ricordo, musica e amici”.

Perché per una band è importante partecipare ad eventi del genere?

“Per una band è importante prendere parte a queste manifestazioni per diversi motivi: suonare su un palco professionale in primis. Poi accedere a un pubblico più vasto del solito, conoscere altri musicisti e rendere omaggio a un musicista”.

C’è qualcosa di Rugby Jam che vi ha colpito particolarmente?

“L’affluenza e la risposta del pubblico, non è mai facile suonare in spiaggia ed avere la sensazione di aver ‘riempito’ il posto”.

Ci tornereste? Se sì, perché?

“Dopo l’anno scorso abbiamo deciso di non tornare a breve, meglio avere un po di rotazione sul palco. Tra qualche anno, quando Rugby Jam sarà ancora più grande ed importante, torneremo con piacere”.

 

 

  • Share on Tumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *